giovedì 2 dicembre 2010

Prepararsi al Natale


Che si voglia o no considerare questo giorno in modo cristiano o pagano, che si voglia prendere da esso solo il beneficio che è lo scandire del ritmo dell'anno, non si può lasciare che arrivi senza prepararsi ad esso.
Ecco perché negli asili steineriani si festeggia a prescindere dal significato religioso, ecco perché va preparato tutto il cammino che ci porta ad esso, per non lasciare che arrivi senza che noi e soprattutto i nostri bimbi possiamo accorgercene.
Soprattutto per loro dovremmo non lasciare nulla al caso, curare ogni particolare affinché questa lunga attesa sia un periodo magico.
La casa deve avere una luce nuova, sarà un periodo di pulizia e ordine (esteriore e quindi anche interiore), anche i bimbi, nel loro piccolo devono respirare questo, quindi si procederà al riordino accurato delle loro camerette e dei loro giocattoli, lavando quelli di lana, lucidando con cera d'api quelli di legno, tutto sarà tirato a lustro per accogliere questo solenne momento!!
Le decorazioni avranno un ruolo importante, sarebbe bene usare materiali naturali. Potremo realizzare piccole ghirlande con rami d'abete e decorare con spezie (cannella, anice stellato, arance e chiodi di garofano) o con piccole bacche. Vi assicuro che il profumo inonderà la vostra casa trsformandola in luogo più accogliente del solito. Non mancheranno poi candele accese qua e là e anche qui preferite quelle di cera d'api che hanno un delizioso profumo di miele e un colore meraviglioso.
Soprattutto quando le giornate saranno fredde e il buio, arriverà ancora prima del solito, non vi premetterà di passare il pomeriggio all'aperto, potrete preparare biscotti speziati deliziosi e profumati.
I bambini, ma anche noi, si nutrono di tutto questo.

P.S. vi consiglio un bel libro di Soline e Pierre Lienhard "Festeggiare l'Avvento" al suo interno troverete anche dei racconti da leggere nell'attesa.
Troverete anche un po' di materiale nel libro di Arve Mathisen "Come sviluppare tutti i talenti del bambino"

5 commenti:

estrellazul ha detto...

ciaoooo, che bello poter leggere i tuoi post che mi ricordano le idee steineriane, e la maniera per applicarle anche se non si può frequentare una scuola steineriana. Ora vorrei imparare a pitturare con gli acquarelli che ho comprato da DAelli l'altro giorno; già usiamo la tecnica del foglio inumidito e della spugnetta, però quando si tratta di creare dei giochi dei colori, pure io mi perdo.... tu sai come si fa ??

mammanatura ha detto...

ANche io ho comperato da poco gli acquerelli, ancora arrivano, e volevamo cimentarci anche noi.
Ora ti dico quel poco, poco che so io: bagnare il foglio e scolarlo o inumidirlo bene con una spugnetta; dare al bambino un colore o massimo tre, quelli primari; fare ad esempio un ponto giallo centrale e poi contornarlo con il blu. Il bambino noterà che quando i colori si incontrano ne nascono altri... non serve molto altro.

simplymamma ha detto...

sì..stasera a casa c'è un'aria davvero calda. l'albero, il presepe, la corona con due candele accese e tutte quelle candeline accese. mi mancano il profumo di arancia...grazie per gli spunti!

mammabucolica ha detto...

Ciao mammanatura è sempre un piacere leggere la vostra delicatezza... respiro una bell'aria a casa vostra!

Heather ha detto...

That you for this lovely post, and for the book recommendation. Beautiful ideas.